Intervista di Rossella Oricchio

“Tanto assurdo e fugace è il nostro passaggio per il mondo, che mi rasserena soltanto il sapere che sono stata autentica, che sono riuscita ad essere quanto di più somigliante a me stessa mi è stato concesso di essere” ( Frida Kahlo). Certi luoghi hanno i colori dei sogni, sono nati per far sognare proprio come certe persone che sono nate per indurre a sognare, per loro intrinseca naturalezza ed eleganza. Sono luoghi che si mescolano alla natura, alla storia, all’arte. Quando tutto ciò accade sembra di assistere ad un miracolo. Il miracolo dell’umana presenza che affonda le sue radici nella storia lasciando impronte che sanno di bellezza ed altezza. Valorizzare il proprio territorio non è da tutti ma è per pochi eletti che sanno unire sensibilità e responsabilità, valore etico e senso artistico e storico. Diventa straordinario, ossia fuori dall’ordinario, incontrare persone che sanno riempire le sedie intorno ad un tavolo, che sanno fare dell’ accoglienza un rito ed un’ arte che si ripropone nel tempo! Non si trovano tutti i giorni persone che vedono nel vento che muove le foglie un dipinto, pochi ne hanno la percezione, pochi sanno ricollocare una dimora ricca di storia in una terra già ricca di fascino per farne poi una roccaforte di sapienza e cultura. Coltivare il proprio territorio, fecondarlo con preziose sementi, nell’ incanto della natura che osserva il passaggio dell’ uomo, fa sì che il sogno dell’arte e dell’arte del ricevere non finisca mai. Tutto ciò si traduce in forte senso di appartenenza, raffinatezza, sobrietà, charme. Ed è così che nasce a Viterbo, nel cuore del meraviglioso centro storico, il B& B dei Papi Charme & Design, un bed and breakfast che attecchisce in una dimora storica del 1300, appartenuta alla nobile famiglia dei Tignosi di Magonza. Già la terra della Tuscia è ricca di fascino, pregi, suggestioni, antiche tradizioni, di una cultura leggendaria che si tramanda nel tempo. Come figli del tempo sono coloro che rispolverano antichi natali. La passione per la storia, per la propria terra fa meraviglie. Come è accaduto alla famiglia Stoppani che ha rilevato a Viterbo tale dimora storica. A tenere le redini dell’attività del B&B dei Papi è Rosanna Stoppani. Dopo la maturità linguistica, consegue corsi di inglese e disegno. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali, nel 2000 inizia a collaborare all’allestimento di mostre con alcune Gallerie di Roma, segue seminari alla Galleria d’Arte Moderna e al Palazzo delle Esposizioni a Roma e frequenta un corso per Curatore Mostre tenuto da Ludovico Pratesi. Nel 2001 comincia la sua attività di curatrice di mostre d’arte contemporanea in Palazzo Calabresi a Viterbo.
Nel 2002 fonda la società Valorart con cui progetta e realizza una serie di eventi di successo, primo, tra tutti, l’apertura straordinaria de “Il Castello di Balthus a Montecalvello”. Seguirà l’apertura delle palazzine a Villa Lante di Bagnaia. Nello stesso anno consegue il titolo di Guida turistica per Viterbo e provincia. Nel 2003 a Roma frequenta corso per interior design. E’ un susseguirsi di giornate di studio e convegni, aperture eccezionali di palazzi storici, presentazione di libri, organizzazione di mostre a Roma-Castel Sant’Angelo, Todi-Sala delle Pietre, Viterbo-Palazzo degli Alessandri e in particolare alla Galleria Valorart, che fino al 2010, anno di scioglimento della società, è stata allestita nei locali al pianterreno del B&B dei Papi – Residenza d’Epoca di cui è proprietaria la nostra Rosanna dal 2003.
Nel giugno del 2013 fonda l’associazione culturale +Arte e organizza una mostra d’arte contemporanea “Chi sei? Nessuno” e per Amaci, giornata del contemporaneo: “La casa immaginata”, apertura straordinaria al pubblico del B&B dei Papi con l’allestimento di una mostra di artiste contemporanee che reinterpretano le camere all’interno.
Bellezza, leggiadria, gentilezza, cordialità, professionalità, spiccate doti comunicative, sono le caratteristiche di una donna di quarantaquattro anni che ha voluto e vuole non solo dedicarsi alla volontà di famiglia ma che ha voluto dare un senso alla propria vita. Rosanna Stoppani è nata con l’ arte dell’ accoglienza dettata anche dalla passione e gusto per l’arte in generale. La nostra imprenditrice crea un coacervo di effluvi e rivisitazioni storiche ad evocare tempi andati, creando intelligentemente un ponte tra presente, passato e futuro. Pur curando i dettagli che saltano fuori nella attenzione alla modernità, non si può fare a meno di custodire le memorie passate. Perché solo comprendendo il passato si può comprendere il nostro hic et nunc. Un filo conduttore, un leitmotiv, un sogno antico che Rosanna insegue ad occhi aperti, protagonista e regista di un luogo che, oltre ad emanare fascino, si inchina a nuove prospettive, rendendo fantastica ogni cosa, dal luccichio dei bicchieri di cristallo alla tovaglieria o argenteria. Rosanna rende preziosa l’ accoglienza degli ospiti che, sono i benvenuti in uno squarcio di terra che apre il libro della storia. Bella com’ è, ella stessa incarna i sogni di bellezza, aprendo la finestra azzurra dei suoi occhi mentre il sorriso le vola sul volto. Questo perché Rosanna Stoppani è somigliante a se stessa, alle sue aspirazioni e passioni, al suo modo di vedere l’ arte e la bellezza trasmettendola in tutto ciò che fa. Intanto il suo lavoro la aiuta a fare sempre meglio, a crescere nella sua terra, dove vive serena in un’ ala del palazzo in cui -come la stessa ammette – si sente una principessa di una favola antica-.

Come nasce il B& B dei Papi Charme & Design?

Così per gioco, la mia famiglia ha acquistato questo palazzo d’epoca, ci siamo innamorati di questo posto, l’idea del B& B è nata successivamente…Io avevo aperto una società di organizzazione eventi e una galleria d’ arte ma devo ammettere il grande sforzo per portare avanti questi progetti…Dal momento che il centro storico di Viterbo non aveva strutture di bed and breakfast, ho pensato di ricavarlo proprio da questa dimora storica traendone un’ attività per il mio futuro. Appassionata d’arte come sono, mi sono accorta di avere una predisposizione e un gusto per l’arredamento, rispolverando anche risorse nascoste che non pensavo di avere…

Qual è la storia di questa residenza storica?

La storia di questa residenza storica risale al 1300, è appartenuta alla nobile famiglia dei Tignosi di Magonza, una famiglia ghibellina, proprietari del Palazzo Farnese come di tutto questo casamento…Questa dimora nel 1468 è passata alla Confraternita Orazione e Morte che in seguito ha permesso di dare giusta sepoltura ai morti. Quindi è una dimora di grande rilevanza storica. Nel cuore del centro storico, è circondata dal Ponte del Duomo e dal Palazzo dei Papi, in un’ atmosfera scandita da antichi retaggi e tradizioni uniche al mondo.

Con una laurea in beni culturali, in che modo coltivi anche la passione per l’ arte?

Da premettere che disegnavo sin da piccolissima, andavo a lezione di disegno da un artista amico di famiglia. Nel tempo ho dipinto, poi ho frequentato l’ università dei Beni culturali. Dopo la laurea sono stata guida turistica per diversi anni e nello stesso anno ho fondato la società Valorart per l’ organizzazioni di eventi. Questa avventura è poi finita perché il campo dell’ arte costa fatica e investimento. Ed eccomi qui adesso alla guida del mio B&B che devo dire gestisco con profonda passione! Anzi, ad aiutarmi in questa nuovo percorso c’ è il mio compagno, Antonio Rocca, che è uno storico dell’arte il quale intrattiene gli ospiti a colazione e organizza visite guidate. Intanto seguo eventi culturali ed artistici sul territorio…

Eventi presenti a Viterbo in questo periodo?

A breve è in programma l’evento “Quartieri dell’ arte”, una serie di spettacoli teatrali che si rifanno al ’500, come, ad es., lo spettacolo sulla figura di Michelangelo che si terrà al Parco Termale del Bagnaccio.

Come definiresti la tua dimora storica e che cos’è per te?

La mia creatura, di cui ammetto di essere alquanto gelosa un po’come lo si può essere di uno scrigno che conserva oggetti preziosi… -Sorride dolcemente-. La definisco “le mie prigioni”, perché vi trascorro la maggior parte del mio tempo. L’ho arredata con cura e continuo a curarla nei dettagli e particolari, non si finisce mai…L’ arredamento con il quale ho creato diverse ambientazioni è una mescolanza di antico e moderno: ho una predilezione intanto per lo shabby chic; ci sono mobili del ’700 come una camera da letto dei primi dell’’800, un soppalco dai colori chiari, lucernari, quadri d’ autore…Il B& B ha una suite, una suite deluxe e una suite denominata “carta da zucchero”, una camera con idromassaggio dove ha soggiornato il bell’attore britannico Jude Law. Poi ha dei saloni, una cucina con vetrate e una saletta che offre una vasta collezione di tè e non solo…

Fino a che punto è importante per te il rito della prima colazione?

Diciamo che è fondamentale…La mia prima colazione offre di tutto: dal pane fresco con pizze e focacce, dagli affettati ai formaggi ai bicchierini di yogurt alle marmellate fatte in casa, alle torte di mele o alle torte margherita e crostate. Poi mi piace accompagnare la prima colazione con l’aromaterapia, quindi con profumi alla lavanda o alla melissa con un sottofondo di musica classica.

Molti ospiti illustri hanno allietato il loro soggiorno presso il B& B dei Papi: da Gad Lerner a Serena Dandini, da Paola Turci a Sergio Castellitto con la moglie Margareth Mazzantini insieme a tanti altri nomi famosi: che cosa vuol dire stare a contatto con tali personaggi della cultura e dello spettacolo?

Non posso che essere lusingata dal passaggio di tutti questi personaggi celebri, certamente tutto ciò fa rima con arricchimento umano, culturale e artistico. Ognuno, poi, si interessa al luogo e alla storia e veramente questo mi riempie di gioia e mi stimola a proseguire in questa attività e a fare sempre meglio…

Un episodio legato ad un vip che ricordi con particolare affetto?

L’estate del 2015 sono stata la donna più invidiata di Viterbo perché da noi è venuto a soggiornare il bellissimo Jude Law! Sono stata molto impegnata con il suo agente a fare in modo che il soggiorno riuscisse alla meglio. Ho avuto modo di conoscerlo più da vicino e devo dire che malgrado la sua forte personalità, è anche una persona semplice che ama le cose belle e semplici…

Quali sono le qualità che ti attribuisci per dare il meglio nel tuo lavoro?

Beh, vorrei che lo dicessero gli altri, di sé non si ha mai la percezione assoluta. Comunque credo che possa piacere il mio essere solare, la disponibilità, la gentilezza…

Con un po’ di sforzo, come ti definiresti caratterialmente?

Un’ esteta romantica e testarda…

L’ ultimo libro letto?

Il museo dell’innocenza di Pamuk.

Il tuo colore preferito?

Sembrerà strano ma mi vesto spesso di nero, mi piace forse perché sono bionda e crea contrasto ma il mio colore preferito è l’ azzurro, decisamente.

Azzurro…come?

Come l’infinito, il cielo, il mare e…

I tuoi bellissimi occhi azzurri …

Grazie.

I tuoi sogni futuri?

Sogno di viaggiare tanto soprattutto per le capitali europee, ad ottobre sarò a Sofia, poi sogno di organizzare degli eventi all’interno del palazzo per riempire gli spazi e per parlare d’arte, per vivere d’arte, per ricevere la storia…

Prendendo una frase a caso lasciata da un ospite d’ eccezione come il simpatico e carismatico scrittore Maurizio Corona che del B & B dei Papi ha detto: “Tra questi muri si dorme sognando la storia, pensando a chi dimorò in queste stanze e provando un brivido di stupore”, che cosa lasceresti su un biglietto, se, al contrario, dovessi essere tu l’ ospite d’onore?

“Mi sembra di entrare in una casa magica, in una dimensione lontana dal tempo ma anche così vicina al tempo o direttamente in una fiaba… nella quale sentirsi principi o principesse…”, sì, direi così, è quello che sento, stando in questo luogo…

Per info: http://www.bbdeipapi.it, pagina facebook B& B dei Papi Charme e Design;
cell: 347/ 8685489; 0761/346451

Annunci